22 feb 2016

Brushpens mania

Devo confessarlo...ultimamente sono ossessionata dai pennarelli a punta pennello!! Il brush lettering mi ha sempre molto affascinata, e restavo incantata con gli occhi a cuoricino vedendo le cose bellissime che si potevano fare con una punta pennello.


Forte dei mille mila video studiati su you tube e delle ore passate a sbavare sui pennarelli magici incriminati...mi sono decisa, e tempo fa ho deciso di comprarne un numero "non bene identificato". Non sapendo bene da cosa iniziare...ho iniziato da una delle marche più costose ovviamente...forse pensavo che prendendo una tra le migliori marche...avrebbero fatto lo sporco lavoro tutto loro!! E' lo stesso principio per cui noi donne scegliamo un taglio di capelli con la sbagliatissima idea che diventeremo come la splendida modella a cui sta tanto bene...occhi, naso e "balconcino" incluso! Ma passiamo oltre...
Non appena arrivati nelle mie mani, fomentatissima e contentissima, ho iniziato a riempire fogli di scarabocchi...e mi meravigliavo pure che il risultato fosse lontano da quello dei video...che tonta!
Ci ho messo davvero poco a riporli in un angolo del mobile ad essere onesta, io dai facili avvilimenti! Fino a quando...ci sono ricascata.


Da quando ho iniziato a studiare l'handlettering ho capito che il brushlettering veniva molto spesso ricreato sulle lavagne (viene chiamato fake calligraphy) dando un effetto bellissimo alla grafica; inoltre può essere impreziosito da tantissime varianti come la sfumatura, le decorazioni geometriche o floreali, i pois o qualsiasi altra cosa sia in grado di partorire la propria creatività!


Eccomi quindi con un bel rifornimento di brushpens e gli occhi sempre più a cuoricino, a scrivere mille volte la stessa parola su un foglio, perchè, si sa, la pratica è il grande segreto per imparare a fare le cose!

Passiamo a qualche consiglio pratico personalissimo ed ovviamente dettato dalla mia esperienza, più o meno condivisibile da altri!Alcune delle domande che spesso mi fanno le ragazze durante i workshop sono relative alle differenze tra i vari brushpen, provo a farvi una carrellata di alcuni dei prodotti che uso e conosco io! 

"Sono una new entry, con quale brushpen inizio??!"


Alcuni tra i più usati e decantati sono i Tombow: a base d'acqua, punta grande e morbida, colori brillanti, doppia punta (una a pennello e una tonda molto fine). Esistono un triliardo di sfumature e si possono mischiare i colori tra loro "sporcando" le punte di due colori diversi per creare sfumature stupende. Avendo la punta davvero grande sono adatti a chi ha già un po' di pratica perché sono meno facili da gestire nei tratti sottili e nelle legature tra lettere. Non comprateli come vostri primissimi acquisti per imparare...non fate come me ed eviterete infiniti sconforti iniziali!!!
Costo medio €4.50
Consiglio l'acquisto di un unico pennarello per provarli in un negozio fisico, li dovreste trovare con facilità sia in cartolerie ben fornite che in negozio di belle arti, detto ciò se volete risparmiare e vi trovate bene è conveniente l'acquisto del set.

Faber Castell:
A base di china, punta unica più piccola dei tombow quindi più adatta per chi è alle prime armi. Anche qui troviamo una vastissima gamma di colori.
Costo medio €4
Consiglio l'acquisto di un unico pennarello per provarli in un negozio fisico, li dovreste trovare con facilità sia in cartolerie ben fornite che in negozio di belle arti, detto ciò se volete risparmiare e vi trovate bene è conveniente l'acquisto del set.
Faber-Castell - Confezione da 12 penne Pitt Artist Pen B Pastell, colori pastello


Zig brushables:
In una parola: wow! Io li adoro! A base di acqua, doppia punta (in 2 sfumature dello stesso tono di colore) morbida al punto giusto per essere gestita alla perfezione. Vengono molto spesso venduti in confezione da 4 pennarelli doppi, per un totale di 8 sfumature, appartenenti alla stessa famiglia di colore: sfumatura di rosso, viola, verde, blu, marrone, giallo.
Costo medio a set  €14
Kuretake Zig Brushables - 4 pennarelli, colore: rosso


Piccola scorciatoia sono i magici FUDE che trovate di diverse marche. Sono pennarelli con una punta molto rigida ma che subisce la pressione e aiuta nell'esercizio e nella pratica del brushlettering. Esistono in versione soft e hard tip, quindi con una punta più o meno morbida e flessibile.
Tombow Fudenosuke Brush Pen - Hard - Blue Body
Se vi trovate a passare da tiger questo set da 2 brushpen viene venduto per pochi euro e può essere molto utile per iniziare e non spendere un capitale!



Se questo post vi è stato utile e volete farmi qualche domanda lasciate un commento, e se vi va possiamo approfondire il confronto!


** Acquistando dai link presenti nel post ci aiuterai a proseguire negli esperimenti del Laboratorio Segreto. Abbiamo infatti aderito al Programma di Affiliazione Amazon; ciò vuol dire che, senza alcuna spesa ulteriore per te che acquisti, Amazon ci riconoscerà una piccola quota di bonus che ci permetterà di provare nuovi materiali che andremo poi a recensire in queste pagine.


Nessun commento:

Posta un commento